Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Mercoledì 19 Giugno 2024

Booking.com

Ordo Virginum, da 25 anni al servizio della Chiesa diocesana

Perugia (PG) -

Con la Consacrazione secondo il Rito dell’Ordo Virginum di Simonetta Cesarini e Maddalena Mazzeschi, avvenuta 25 anni fa, è iniziata l’esperienza-testimonianza di questo carisma a Perugia e in Umbria.

Martedì 30 maggio, alle ore 20.30, nella chiesa parrocchiale di San Barnaba di Perugia, con la celebrazione eucaristica rivolta a tutta la comunità diocesana, sarà celebrato questo giubileo.

L’arcivescovo Ivan Maffeis presiederà la S. Messa che vedrà tra i concelebranti i cardinali Ennio Antonelli e Gualtiero Bassetti. I due porporati hanno accompagnato l’Ordo Virginum negli anni in cui sono stati arcivescovi di Perugia-Città della Pieve.

L’Ordo Virginum, che in Umbria conta attualmente venti consacrate ed una in formazione, di cui dieci nell’Archidiocesi di Perugia-Città della Pieve, è uno stile di consacrazione secondo il quale le donne restano nella loro vita ordinaria senza alcun segno di riconoscimento, lavorando per vivere e condividendo la quotidianità del popolo di Dio.

Hanno come riferimento il Vescovo diocesano con il quale definiscono eventuali servizi pastorali che sono diversi per ciascuna a seconda degli impegni di lavoro. Il loro servizio alla Chiesa e al mondo è prima di tutto quello della consacrazione, che trova radice nel Battesimo e il proposito di castità espresso diviene segno della sponsalità che lega tutta la Chiesa a Cristo sposo.

“L’aspettativa è che il trascorrere del tempo – si legge nella Nota pastorale della Commissione episcopale per il clero e la vita consacrata della CEI –, il diffondersi dell’Ordo Virginum nella Chiesa in Italia, la santità delle vergini consacrate e la loro capacità di riflettere sull’esperienza e di comunicarne i frutti consentano di portare a più compiuta maturità i percorsi formativi, lo stile di presenza nella Chiesa, le forme della missione, i tratti della spiritualità delle vergini consacrate”.

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Arcidiocesi Perugia-Città della Pieve ed è stato inizialmente pubblicato su diocesi.perugia.it. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Ultime notizie

Altre notizie