Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Venerdì 20 Settembre 2019

Booking.com

UN OCCHIO SUL CAMPIONATO

Umbertide (PG) - Che fatica Lucca per portare a casa una vittoria che sembrava alla propria portata solo nei pronostici. Diamanti chiedeva continuità, ma dovrà aspettare l’esame di Cagliari per sapere se la sua squadra è “guarita” o è diventata una team normale, con alti e bassi come tutte. Forse l’ambiente si era abituato troppo bene, comunque qualcosa che non va si è visto soprattutto in attacco dove spesso si va ad istinto e con conclusioni troppo laboriose. Giocatrici come Crippa e Gianolla che debbono assolutamente dare qualcosa in più’ a questa squadra. S. Martino forse si meritava di piu’ la vittoria ma le è mancata l’esperienza di giocare partite punto a punto e con una squadra come Lucca, che ha altri obbiettivi, questa cose si pagano.

 

Bruttissime notizie in casa CUS sponda Chieti, domenica aveva per la prima volta la formazione nuova, nuova di zecca al completo(rientro di Gonzales con 16 punti) ed un avversario come Cagliari, sicuramente tosto, ma una di quelle squadre da battere assolutamente in casa se si vuole sperare di stare sotto quota -6 dalla penultima. La squadra abruzzese invece ha sempre rincorso per poi mollare nei minuti finali, lasciando i due punti ad un Cagliari che ne aveva bisogno come del pane per lottare per l’ultimo posto play off disponibile, che cambierebbe il significato,in senso positivo, del suo campionato.

 

Non basta a Parma una strepitosa Battisodo, per battere Ragusa che oltre al solito trio di straniere ha trovato una Galbiati in giornata di grazia, con percentuali perfette sia dalla media che dalla lunga distanza. Ma anche sconfitta Parma non molla e non mollerà fino alla fine del campionato, squadra tosta e combattiva, mentre Ragusa ha dimostrato di essere anche battibile e che non puo’ credere di vincere passeggiando.

 

Orvieto butta via quanto di buono aveva fatto domenica scorsa, lascia due punti importantissimi per la corsa play off, nonostante il suo trio di straniere abbia reso come da programma, ma in Sicilia per vincere ci vuole di più’ del compitino, infatti una Milazzo, una Ballardini versione de luxe, ma soprattutto Eric (in lizza per MVP della settimana)  hanno portato a casa i due punti che sono oro in questo momento del campionato. Buono anche il rientro di Grbas, in attesa del centro americano.

 

Schio vendica l’unica sconfitta nel suo cammino ad opera di La Spezia, che non ha potuto difendersi adeguatamente, perchè oltre ad avere una straniera in meno, aveva ai box anche Templari l’artefice della vittoria all’andata. Cosi’ Schio ha fatto la voce grossa, anche se gli ci sono voluti due quarti per carburare, alla fine ben 5 arancioni in doppia cifra e debutto di Larkins nel nostro campionato a discapito di Honti(chissà come l’avrà presa?), L’assenza della giocatrice ungherese ha coinciso con   una delle migliori prestazioni di Sottano(Ma va?) con 14 punti, 3 rimbalzi, 3 assist e 4 palle recuperate per un totale di 19 di valutazione dietro solo a Nadalin. Le liguri, non hanno demeritato,soprattutto con il quartetto, Filippi(novità), Favento, Reke(lancitissima) e Malone, a cui si aggiunge una sempre efficace Striulli che sta facendo gli straordinari.

 

E adesso??!! dico dopo aver espugnato il Pala Taliercio, i media( chiaramente non quelli locali) ci prenderanno in considerazione?. Sia nelle telecronache sempre uguali o in interviste bulgare, si parla solo di Schio, Ragusa e Lucca, sembra che nessuno si sia accorto che L’Acqu&Sapone e da due giornate da sola al terzo posto, che anche se non lo manterrà sino alla fine del campionato, è pur vero che sta attraversando un buon momento (7 vittorie di fila) degno perlomeno di considerazione, almeno momentanea. Vittoria di carattere, da cavallo di razza che entra prima in dirittura d’arrivo e resiste al fotofinish al ritorno dell’avversario. Black domina a rimbalzo e Fontanette si lascia alle spalle la bronchite, Putnina fa capire che quella di domenica scorsa non era una prestazione isolata, e Dotto è fredda come una veterana quando il gioco si fa decisivo, ma come tutte le altre vittorie ogni giocatrice ha portato un mattoncino alla costruzione del successo. Da parte Veneta, il solito trio di straniere ha dato l’impronta forte alla squadra ma questa volta supportata da una Zara praticamente perfetta.

In attesa che i media tolgano il paraocchi la truppa di Serventi si gode un altra settimana di tranquillità con la solita filosofia “vivere alla giornata” che come recita il film sarebbe “cogliere l’attimo”  o no? Capitano o mio capitano………..

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Acqua&Sapone Umbertide ed è stato inizialmente pubblicato su www.pfumbertide.it. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia