Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Sabato 13 Luglio 2024

Booking.com

Umbria/economia: studio ESG89, crisi morde tutte le aziende

Perugia (PG) - "E' stata un'analisi difficile che ha rilevato una crisi che morde sia sulle aziende storiche che su quelle nuove. Quello che si evince scorrendo i dati delle top societa' di capitali regionali e' il rallentamento vistosissimo dell'economia tradizionale. Il manifatturiero ha segnato il passo con delle punte di contrazione del fatturato e soprattutto di redditivita' impressionanti. Anche il comparto bancario, da sempre in buona salute in Umbria, ha ridimensionato i margini". E' quanto ha evidenziato Giovanni Giorgetti, Direttore del Centro studi economico e finanziario ESG89 durante la presentazione del nuovo "Annuario Economico dell'Umbria 2011-2012".

Tra le notizie non rassicuranti "anche il comparto Turistico-Alberghiero locale - ha rilevato Giorgetti - su 54 societa' di capitali presenti nel ranking regionale, ben 34 chiudono in perdita. Ci sono pero' delle eccezioni. Bene la Grande Distribuzione Organizzata con i grandi gruppi umbri che mantengono fatturati e risultati d'esercizio interessanti. Bene anche il comparto della "Distribuzione' legato prevalentemente alla green economy e alle nuove energie rinnovabili. Alcune compagini della Meccanica e dell'Edilizia tradizionale resistono. Inoltre ancora incoraggiante il Settore Tessile-Abbigliamento di qualita', con Brunello Cucinelli e Luisa Spagnoli su tutti". Fra i comparti prevalenti l'Edilizia-Costruzioni contrae la redditivita' di oltre il 43% e il fatturato del 6%; mentre la meccanica, influenzata prevalentemente dal risultato della Tk, ha un trend molto negativo sia del fatturato che della redditivita'. Un raffronto interessante che puo' dare l'idea dell'andamento economico umbro rispetto alle altre regioni di confine. In Umbria il Fatturato delle Top 1000 scende del 15%, nelle Marche del 17% e in Toscana del 5%. Mentre per la redditivita', in regione si contrae del 42%, in Toscana del 66% e nelle Marche dell'88%. pg/gc

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Ultime notizie

Altre notizie

Mappa

Calcola percorso in auto