Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Venerdì 22 Marzo 2019

Umbria: Confagricoltura, e' crisi per filiera suinicoltura

Perugia (PG) - E' crisi nera per la suinicoltura umbra. Ad affermarlo, Confagricoltura regionale che torna a denunciare la gravissima situazione che investe il settore zootecnico. Un quadro, quello tracciato da Confagricoltura Umbria, destinato a peggiorare nei prossimi mesi con inevitabili ripercussioni su tutta la filiera (allevamenti, mangimifici, salumifici, trasporto, rete vendita, veterinari, ecc.) dove operano circa 300 aziende e oltre 2mila addetti con l'indotto. "Negli ultimi mesi - ha detto il Presidente Guido Vivarelli Colonna - la situazione si e' inasprita. Gli allevatori umbri subiscono i contraccolpi di una congiuntura che rischia di scaricare sulle loro imprese gli effetti della gelata dei consumi e della crisi economica in generale. Ma e' proprio in un periodo difficile come questo che si fa sentire tutta la fragilita' della suinicoltura nostrana che ha perso in poco piu' di un anno oltre 230mila capi e che si traduce nella difficolta' di controllare la produzione, anche se vi sono importanti strutture organizzate". Il rischio per Confagricoltura, di perdere aziende importanti di tutta la filiera impone molto piu' di una riflessione e "spinge a richiamare l'attenzione sull'urgenza di misure di carattere normativo e finanziario, in grado di consentire alle imprese di riposizionarsi e di riguadagnare margini di competitivita'. "E' indispensabile continuare a mantenere alta l'attenzione su uno dei principali settori produttivi della zootecnia - conclude il presidente - La crisi sta mettendo in ginocchio un comparto unico, la cui ampia e riconosciuta notorieta' e' legata alle caratteristiche di qualita', salubrita' e sanita' che i nostri allevatori riescono a determinare sin dalle prime fasi dell'allevamento dei maiali destinati alle produzioni. La genetica suinicola umbra viene esportata in tutta Italia. E' necessario rilanciare la suinicoltura partendo da quelle aree del territorio da sempre vocate all'allevamento. Ma e' fondamentale comprendere che la crisi del settore, che si consuma sotto gli occhi di tutti, spesso in maniera silente, emergera' in tutta la sua imponenza quando la situazione coinvolgera' e travolgera' pezzi importanti della filiera, come sta gia' avvenendo per il settore mangimistico". pg/map/bra

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia