Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Sabato 15 Giugno 2024

Booking.com

La Santa di Leone XIII

Perugia (PG) -

Martedì 21 maggio alle 17, a Perugia, nella storica Biblioteca San Matteo degli Armeni, verrà presentato il libro di Mauro Papalini Rita da Cascia, dal significativo sottotitolo: «Una donna come tante, una santa come pochi».

Non è una sottigliezza l’alternarsi di femminile e maschile nei due elementi della frase: il libro dello storico Papalini, che si occupa da anni di figure femminili con particolare riguardo alle comunità religiose, non è di carattere agiografico né puramente celebrativo, ma intende restituire una figura a tutto tondo perfettamente inserita sia nella condizione femminile ordinaria dell’epoca, sia nei percorsi «normalmente straordinari» (e tutti originali) della vocazione alla santità, che non da oggi ha mai fatto distinzioni di genere, ma con eterna continuità.

Dialogheranno con l’Autore due studiose e specialiste dell’Università di Perugia: Rita Chiacchella (storia moderna) e Francesca Guiducci (scienze storiche). Sarà presente l’editore (Shalom). Tra le fonti esaminate dallo storico, di cui il libro dà una rassegna completa che ne costituisce uno dei pregi, non può naturalmente mancare ciò che riguarda la canonizzazione di Rita da parte di Leone XIII, quel Gioacchino Pecci che era salito al soglio pontificio nel 1878 dopo il lunghissimo episcopato a Perugia.

Il 21 maggio, vigilia della festa della Santa, brani del volume di Mauro Papalini verranno letti da Eliana Spadoni, nell’ambito del progetto «Leggi per me». È una iniziativa della Biblioteca San Matteo degli Armeni (Comune di Perugia) in collaborazione con la Biblioteca dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti di Perugia per la realizzazione di audiolibri, utili alle persone che, per motivazioni differenti, non possono leggere autonomamente il cartaceo. Chiunque può diventare «donatore di voce»: è sufficiente contattare la Biblioteca e fare una prova di registrazione. Superata l’audizione, si inizia a leggere ad alta voce uno dei libri indicati, secondo le richieste che vengono fatte alla Biblioteca, nei più svariati generi: dalla fiaba al testo universitario, dal romanzo al saggio.

In allegato, la locandina con la copertina del libro.

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Arcidiocesi Perugia-Città della Pieve ed è stato inizialmente pubblicato su diocesi.perugia.it. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Ultime notizie

Altre notizie