Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Venerdì 01 Luglio 2022

Booking.com

Immigrati: Regione Umbria istituisce tavolo coordinamento per profughi

Perugia (PG) - Ampia condivisione della disponibilita' manifestata dalla Regione Umbria, nell'ambito della recente intesa tra Governo e Regioni, di predisporre un adeguato programma per l'accoglienza di eventuali profughi provenienti dalla Libia. E' quella manifestata al termine della riunione convocata dalla presidente della Regione, Catiuscia Marini, cui hanno preso parte - tra gli altri - il presidente dell'Unione Province dell'Umbria, Marco Vinicio Guasticchi, dell'Anci Umbria, Wladimiro Boccali, il delegato regionale della Caritas umbra, Marcello Rinaldi, gli assessori regionali Carla Casciari e Franco Tomassoni, i sindaci dei principali comuni umbri, e rappresentanti delle Prefetture di Perugia e Terni e delle Forze dell'ordine. Formalizzata l'istituzione di un coordinamento che avra' il compito, d'intesa con le Prefetture ed il Commissario nazionale per l'emergenza umanitaria, il Prefetto di Palermo, Giuseppe Caruso, di definire una modalita' organizzativa a livello regionale per l'accoglienza dei profughi. Nell'introdurre la riunione la presidente Marini ha riferito di aver assicurato al Ministro degli Interni, Roberto Maroni, la piena disponibilita' della Regione Umbria a rapportarsi con il Governo in spirito di leale collaborazione istituzionale. I soggetti istituzionali presenti, e la Caritas, hanno condiviso il principio che l'accoglienza dei profughi dovra' essere gestita in maniera diffusa nel territorio regionale, evitando la creazione di luoghi di costrizione. ""Abbiamo tutte le potenzialita' per poter accogliere degnamente gli eventuali profughi - ha detto ancora la presidente - coinvolgendo la rete delle istituzioni locali, la Caritas e il mondo del volontariato". Il presidente dell'Upi, Marco Vinicio Guasticchi, nell'esprimere sostegno all'impostazione data dalla presidente Marini, ha riconfermato la disponibilita' delle Province ad assicurare la massima collaborazione nella gestione dell'emergenza "dobbiamo considerare che questi cittadini, rientrando tra quanti hanno lo status di rifugiato, si troveranno di fronte ad esigenze di integrazione sociale, e di formazione ai fini di una loro eventuale attivita' lavorativa. In questo le strutture di formazione delle province faranno sicuramente la loro parte". Il presidente Guasticchi ha posto l'esigenza di un eventuale utilizzo, per l'accoglienza, anche di immobili presenti in Umbria e confiscati dallo Stato a esponenti di organizzazioni mafiose o della criminalita'. Il sindaco Boccali, a nome dell'Anci Umbria, ha reso noto di aver gia' avviato una serie di incontri operativi per l'individuazione delle disponibilita' di strutture da parte dei Comuni e della loro capacita' di accoglienza. "Dobbiamo saper mobilitare la solidarieta' dell'Umbria - ha detto - mettendo in campo tutte le forze necessarie per poter accogliere i profughi con quel senso di solidarieta' che e' segno distintivo della nostra identita"'. pg/map/rob

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia