Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Venerdì 21 Giugno 2024

Booking.com

Chi è di scena

Amelia (TR) -

 

Il 27 marzo si celebra la “Giornata mondiale del Teatro”, istituita dal Governo con decreto del Consiglio dei Ministri del 6 novembre 2009, aderendo così alla Giornata mondiale del Teatro istituita a Vienna nel 1961 dall'ITT (Istituto Internazionale del Teatro).

La “Giornata mondiale del Teatro” è volta a richiamare l'interesse del pubblico - in particolare i giovani - sull'importanza del teatro, quale elevata forma di espressione artistica di alto valore sociale, in grado di rafforzare la pace e l'amicizia tra i popoli, a promuoverne la funzione educativa e sociale, in quanto fattore fondamentale di aggregazione e socializzazione delle varie realtà culturali del nostro Paese (http://www.giornatamondialedelteatro.it/).

 

 

Per celebrare questa significativa ricorrenza l’ass. cult. Oltre il Visibile organizza ad Amelia (TR), c/o la Sala comunale Flavio Boccarini (p.zza Augusto Vera, 10), la Rassegna cinematografica “Chi è di scena”, andando a ripescare bellissime, toccanti e divertenti storie di arte e vita, grandi colpi di teatro e cinema, capolavori che appagano contemporaneamente intelligenza e piacere …

L’iniziativa è ideata in collaborazione con Ferdinando Nicci, Sound designer.

 

Si parte venerdì 28 marzo – ore 21.00, con Pallottole su Broadway, un film di Woody Allen (con Jennifer Tilly, John Cusack, Chazz Palminteri, Tracey Ullman, Jack Warden - USA 1994).

 

Siamo a New York, ultimi anni ‘20: per mettere in scena a Broadway un suo copione, giovane commediografo di provincia accetta i dollari sporchi di un gangster che vuole lanciare un'amichetta. S'intromette Ciccio, sicario e guardia del corpo, che con i suoi suggerimenti gli migliora la commedia ed elimina la ballerinetta, attrice troppo inetta

Si tratta di una commedia fintamente leggera, una delle più sincere (e disperate) confessioni sul teatro e sulla creatività che il cinema ci abbia offerto, scritta dal regista in collaborazione con Douglas McGrath.

Con uno sguardo lucido impietoso, Allen “costruisce un edificio perfetto e poi lo dinamita dall'interno, trasformando i suoi eroi in pusillanimi” e obbligando i suoi personaggi a capire le conseguenze delle proprie azioni.

E soprattutto costringe tutti a confrontarsi sulla vita reale, dove i tradimenti non sono solo battute da recitare, così come la morte mette fine davvero alla vita.

Splendida Dianne West (premiata con l'Oscar per la miglior attrice non protagonista), che nel suo personaggio cita apertamente la Margo Channing di "Eva contro Eva".

 

Sabato 29 marzo - ore 21.00 proiezione di Rumori fuori scena, un film di Peter Bogdanovich (con Michael Caine, Carol Burnett, John Ritter, Christopher Reeve, Denholm Elliott - USA 1992).

 

Tratta dall'omonima opera di Michael Frayn, si tratta di una commedia scoppiettante, dal ritmo incalzante e con spassosissime gag che si susseguono vorticosamente.

La trama del film riguarda le varie fasi della costruzione di uno spettacolo da parte di una bizzarra compagnia: dalle prove, al debutto, alla tournée, che inizialmente risulta essere positiva, ma poco tempo dopo si rivela un disastro per ripicche e screzi fra attori - sul palcoscenico e fuori accade di tutto: interruzioni, errori, isterie, conflitti, tensioni, rappacificazioni - ma alla prima a Broadway è un trionfo.

Regia sardonica e impeccabile, con degli straordinari attori tutti in stato di grazia: “era dai tempi della "screwball comedy" degli anni Trenta che non ci si divertiva così vedendo una commedia”.

 

Infine domenica 30 marzo – ore 18.00 la rassegna si chiuderà con la proiezione di To Be or Not to Be, il capolavoro di Ernst Lubitsch, qui in edizione restaurata e rimasterizzata (con Robert Stack, Carole Lombard, Jack Benny, Felix Bressart, Henry Victor - USA 1942 - vers. orig. sott. ita).

 

Presentazione a cura di Attilio Faroppa Audrino, artista e critico cinematografico.

 

Joseph Tura e sua moglie Maria sono gli attori di punta di una compagnia teatrale polacca che vorrebbe allestire una satira antinazista ma viene bloccata prima dalla censura e poi dall'invasione e dall'occupazione della Polonia da parte di Hitler stesso. Il tenente Sobinski, spasimante di Maria, parte per arruolarsi nella resistenza ma torna rocambolescamente a Varsavia con la notizia che una pericolosa spia, di nome Siletsky, va fermata prima che sia troppo tardi. Saranno le doti attoriali di Maria e di Joseph a compiere l'impresa, in un trionfo di travestimenti e scambi di persona.

Girato tra il 6 novembre e il 23 dicembre del 1941, in piena tragedia nazista, come il contemporaneo "Il Grande Dittatore" di Chaplin, il film - accusato erroneamente di leggerezza - combatte la sua guerra con le armi della finzione e della comicità ma anche della più grande poesia tragica, rivelandosi, specie a posteriori, di una complessità sofisticata e sorprendente, che non va mai a discapito della suspence o della risata incontenibile.

Quella di Lubitsch è una rappresentazione (cinematografica) della rappresentazione (l'apparato nazista) che in ultimo sogna il trionfo della grande illusione nella guerra contro la terribile realtà.

Lubitsch incastra perfettamente ritmi e tempi, mischia tragedia e farsa, immerge nella malinconia i momenti comici consegnando una lezione di commedia irripetibile.

Film coraggioso, sincero omaggio all'arte del narrare e del dissimulare, riflessione sul cinema e sulla recitazione, e soprattutto coraggiosa e sfacciata accusa ai totalitarismi e alla guerra, schiacciati sotto il peso della satira e della farsa - qui davvero sepolti da una risata.

Inno all'amore, alla vita e all'arte come arma di libertà capace di vincere sul sopruso e sulla violenza.

 

 

Per gli eventi cinematografici: entrata con tessera 2014 e sottoscrizione

 

www.oltreilvisibile.it - Pagina FB Oltre il Visibile

 

 

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Comune di Amelia ed è stato inizialmente pubblicato su www.comune.amelia.tr.it. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Ultime notizie

Altre notizie