Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Sabato 04 Luglio 2020

Booking.com

Carceri: ergastolano siciliano si Laurea in legge a Perugia

Perugia (PG) - Dopo 20 anni ininterrotti di carcere, Carmelo Musumeci, siciliano, oggi 56 enne, ergastolano a Spoleto e simbolo della lotta per l'abolizione dell'ergastolo, ha ottenuto qualche ora di permesso per laurearsi all'Universita' di Perugia. Entrato in carcere con la licenza elementare, si e' diplomato nel 2005 e la scorsa settimana, si e' laureato alla Facolta' di Giurisprudenza di Perugia, con una Tesi di Laurea Magistrale in Diritto Penitenziario: La "pena di morte viva": ergastolo ostativo e profili di costituzionalita'. Relatore e' stato il Prof. Carlo Fiorio, docente di Procedura Penale. C'era anche Stefano Anastasia, ricercatore di filosofia e sociologia del diritto, tra i fondatori dell'associazione Antigone, della quale e' attualmente Presidente onorario e Difensore civico dei detenuti. Carmelo Musumeci ha raggiunto l'Universita' senza scorta, grazie all'ordinanza del Tribunale di Sorveglianza che l'affidava ai volontari della Comunita' Papa Giovanni XXIII e una volta superato "l'esame finale" quello di laurea triennale, ha festeggiato nella struttura di Bevagna (PG) assieme a Nadia Bizzotto che e' la sua tutor negli studi. Musumeci ha ottenuto un permesso di necessita' che viene concesso per eventi gravi, ma anche lieti e irripetibili, non cambiando la posizione giuridica di fronte all'ostativita' ad ottenere benefici penitenziari. Oggi il TG di Rai3 mettera' in onda un servizio di Alessia Gizzi sull'ergastolano dottore in legge, mentre Famiglia Cristiana, nel prossimo numero settimanale, dedichera' un servizio a "Carmelo Musumeci, l'ergastolano che si laurea in legge". Venti minuti di domande poste dal prof. Carlo Fiorio, poi le strette di mano, l'applauso e la corona d'alloro come e' tradizione, i saluti dei familiari e degli amici della casa accoglienza della Comunita' Papa Giovanni XXIII. "Carmelo Musumeci, siciliano di Aci Sant'Antonio, oggi ha 56 anni. Ne aveva 36 quando - scrive Alberto Laggia sul prossimo numero di Famiglia Cristiana - nell'ottobre del 1991 fu catturato dalla polizia. Era a capo di una banda che gestiva i traffici malavitosi in Versilia. Gia' fin da ragazzo aveva bruciato le tappe: collegio e riformatorio prima, carcere minorile poi. "Ero nato colpevole", dice Musumeci usando il titolo del suo prossimo libro, "dentro una famiglia dove non c'era amore perche' l'amore non si mangia e noi eravamo preoccupati solo di trovare qualcosa da mettere sotto i denti almeno alla sera". Un giorno gli spararono sei colpi di rivoltella. Ma riusci' a scampare all'agguato. "Ho reagito nell'unico modo che conoscevo: facendomi giustizia da solo. Ho seguito solo le regole con cui mi hanno cresciuto. Condannato all'ergastolo, ha scontato finora vent'anni. Adesso e' rinchiuso nel carcere di Spoleto assieme ad altri settecento detenuti". pg/mar/lv

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Mappa

Calcola percorso in auto