Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Sabato 11 Luglio 2020

Booking.com

Università e innovazione: un’agenda per lo sviluppo, il tema del XVI incontro dell’Associazione CODAU

Perugia (PG) -
19 settembre 2018

Perugia – “Per innovare l’università dobbiamo partire dalle sue fondamenta: dai finanziamenti, dai concorsi, dalla deburocratizzazione e dalla rivalutazione quantitativa. Bisogna riformare i concorsi e strapparli a questo meccanismo di punteggio, questa sorta di antropologia negativa. E allo stesso tempo chiudere l’ Anvur, l’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario e della ricerca. E’ la prima cosa da fare”. E’ l’appello che lancia il prof. Giulio Sapelli dell’Università Statale di Milano in occasione dell’imminente convegno annuale del CoDAU, il XVI incontro dell’Associazione dei manager delle università italiane, guidati dal presidente Cristiano Nicoletti, in programma a Porto Cervo, nel Sassarese, dal 27 al 29 settembre prossimo. Per il prof. Sapelli “Continuare a essere valutati dall’Anvur per i prodotti della ricerca è una vergogna. Questo meccanismo di valutazione purtroppo lo abbiamo trasferito dalle università scientifiche a quelle umanistiche, e non va bene. E non possiamo continuare ad applicarlo. Un altro punto decisivo - ha aggiunto Sapelli - è quello di riprendere un’ingente e massiccia ripresa dei finanziamenti non solo per le facoltà scientifiche ma anche per quelle umanistiche senza le quali non c’è uno sviluppo della cultura, soprattutto in un Paese come il nostro che vive non solo di scoperte scientifiche e di smart up tecnologiche. Lo studente non deve essere più al centro dell’Università, ma al centro ora dovrà esserci la cultura”. “Si tratta di una tre giorni di lavori che la nostra Associazione ha voluto dedicare a temi di grande attualità come lo sviluppo e l’innovazione – ha dichiarato Cristiano Nicoletti, presidente del Codau e direttore generale dell’università per Stranieri di Perugia – e ha tra gli obiettivi quello di dar vita a un’agenda di lavoro che possa diventare una guida per l’intero sistema universitario italiano. Su questi temi importanti discuteremo e ci confronteremo e dai quali emergeranno importanti documenti da condividere e da divulgare oltre i “confini” della nostra associazione”. I lavori prenderanno il via nella serata di giovedì 27 settembre attraverso il primo panel di discussione, coordinato da Giuseppe Colpani, direttore generale dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, che affronterà un argomento di grande attualità: “Cambiamento e innovazione organizzativa tra comfort e adattament”. Il tema sarà analizzato attraverso i contributi di Maurizio Decastri, prorettore al personale e organizzazione dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”; di Paolo Gasparini, professore di Genetica medica all’Università di Trieste. A seguire la premiazione “Persona CODAU 2018” e gli interventi di Cristiano Nicoletti, presidente Codau e Stefano Fantoni, presidente dell’Anvur, che affronteranno i temi dell’innovazione e del sistema universitario. Nella seconda giornata, in programma per la mattina di venerdì 28 settembre, dopo i saluti di Maria Del Zompo, rettrice Università degli Studi di Cagliari e di Massimo Carpinelli, rettore Università degli Studi di Sassari, si aprirà la seconda parte del convegno che avrà come tema “Università e Innovazione: costruire un’Agenda per lo Sviluppo”. Intervengono Gaetano Manfredi, presidente del CRUI Antonio Samaritani, già direttore generale Agid, capo Dipartimento Università MIUR Università e Innovazione: Giordano Ferrari, imprenditore, alla discussione, coordinata da Giuseppe Conti, dirigente dell’Università di Bologna, su “Come nasce l’innovazione: sistemi di innovazione e contaminazione” prenderanno parte invece Nicola Redi, Vertis 3; Carlo Bagnoli, Strategy innovation Srl. La prima parte del pomeriggio sarà dedicata ai gruppi di lavoro sull’organizzazione con Guido Capaldo, Università degli Studi di Napoli Federico II, Enrico Periti, direttore generale Università di Salerno Risorse umane, Annamaria Castellano dell’Università di Torino, Antonio Marcato, direttore generale dell’Università Ca’Foscari di Venezia; Ricerca e Terza Missione con Massimo Carpinelli, rettore dell’Università di Sassari, Laura Fulci, dirigente Politecnico di Torino; Didattica ad Emanule Stefani, direttore della CRUI, Candeloro Bellantoni, direttore generale dell’Università di Catania; Sistemi informativi con David Vannozzi, direttore generale Cineca Fabrizio Pedranzini, dirigente del Politecnico Milano. Le giornate di studi si concludono con una tavola rotonda dal titolo “Il sistema si confronta: prospettive e sviluppo del sistema universitario”, prevista per sabato sabato 29 settembre che vedrà la partecipazione di Giulio Sapelli dell’ Università Statale di Milano; di Carla Barbati, presidente CUN e di Daniele Livon, direttore generale del MIUR. Il presidente Cristiano Nicoletti chiuderà i lavori questa edizione 2018 del CoDAU.

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Università per Stranieri ed è stato inizialmente pubblicato su www.unistrapg.it. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia