Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Sabato 04 Luglio 2020

Booking.com

Umbria/turismo: in primi 6 mesi 2011 aumentati arrivi e presenze su 2010

Perugia (PG) - Nel periodo gennaio-giugno in Umbria sono stati registrati 968.525 arrivi per un totale di 2.381.200 presenze con un aumento rispetto allo stesso periodo del 2010 che raggiunge il 6,37% negli arrivi ed il 5,96% nelle presenze. "I dati ufficiali dei flussi indicano una crescita generalizzata che dimostra come la regione conserva una ben distinta attrattivita"' ha commentato Fabrizio Bracco, assessore regionale al turismo. In riferimento ai dati, elaborati dall'Osservatorio del turismo della Regione sulla base delle comunicazioni pervenute dalle strutture alberghiere e da quelle extralberghiere, Bracco ha aggiunto "se li analizziamo in profondita' notiamo come la contrazione degli stipendi e dei salari incidono nei comportamenti degli italiani forse in maggiore misura rispetto a quelli stranieri anche per quanto riguarda le spese per viaggi e vacanze. Risulta peraltro - ha spiegato - che gli italiani tendono sempre di piu' ad utilizzare strutture extralberghiere, mentre i turisti provenienti dall'estero fanno incrementare i dati relativi alle strutture alberghiere. Queste particolarita' ci aiuteranno anche ad orientare il sistema di promozione e, credo, saranno utili anche per gli operatori. Resta evidente il saldo positivo dei dati generali e questo e' un elemento di soddisfazione".

"L'unica percentuale negativa, peraltro minima (-0,17%) - ha proseguito l'assessore - riguarda gli arrivi nel comprensorio del Trasimeno ed e' dovuta al calo degli italiani negli esercizi alberghieri. Ma e' abbondantemente compensata sia dall'aumento dei periodi di permanenza (9,51% in piu') sia nella crescita significativa di arrivi e presenze degli stranieri. Tra l'altro in questo comprensorio, come in tutta la regione, crescono i dati relativi agli esercizi extralberghieri (agriturismi, ecc.). Anche nel comprensorio ternano sono diminuiti gli arrivi e le presenze dei turisti italiani negli alberghi ma cio' non ha inciso sul totale generale comprensoriale che ha recuperato anche qui grazie all'extralberghiero". Da segnalare, secondo l'assessore, "i dati pervenuti dal Tuderte, con un aumento del 19% circa negli arrivi e nelle presenze, e quelli dell'Amerino con un aumento del 15%".

"Complessivamente - ha concluso - nell'alberghiero si registra un incremento del 5,72% negli arrivi e del 3,94% nelle presenze; nell'extralberghiero le variazioni sono dell'8,17% negli arrivi e dell'8,85% nelle presenze. Gli stranieri aumentano negli esercizi alberghieri del 14,53% negli arrivi e dell'11,27 nelle presenze, mentre in quelli extralberghieri fanno registrare un aumento del 10,06% negli arrivi e 7,38% nelle presenze. Gli italiani aumentano negli esercizi alberghieri del 2,75% negli arrivi e dell'1,35 nelle presenze, mentre in quelli extralberghieri fanno registrare un aumento del 7,56% negli arrivi e 9,61% nelle presenze". pg-map/mau/rl

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Mappa

Calcola percorso in auto