Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Sabato 04 Luglio 2020

Booking.com

Umbria: Marini, volontariato integra ma non sostituisce il pubblico

Perugia (PG) - "In un Paese che riduce da 2,7 mld a 300 mln di euro gli stanziamenti per le politiche sociali e in cui arretra l'impegno in materia di servizi e di assistenza alla persona, e' forte la preoccupazione che si intenda colmare questo vuoto avvalendosi dell'intervento prestato a titolo gratuito dal volontariato, che deve invece essere integrativo e non sostituire l'intervento pubblico". Lo ha detto la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenendo all'apertura dei lavori della Conferenza regionale del volontariato, al centro congressi della "Posta dei Donini", a San Martino in Campo (Pg).

"La tutela dei diritti delle persone e' e deve restare una funzione e responsabilita' pubblica - ha sottolineato la presidente - Alle associazioni di volontariato, che vanno supportate anche dalle istituzioni ad agire secondo una logica di rete, la Costituzione affida il compito di contribuire allo sviluppo della comunita', riconoscendo la rilevanza sociale della loro attivita"'. "Anche in Umbria - ha aggiunto - il volontariato costituisce l'elemento portante per lo sviluppo della societa' civile ed e' una dimensione fondamentale della cittadinanza attiva. Al Registro regionale risultano iscritte nel 2010 circa 525 organizzazioni, un numero rilevante, che non e' esaustivo della pluralita' di soggetti che compongono il mondo del volontariato. Negli ultimi anni si sono soprattutto orientate ad attivita' di inclusione sociale e prevenzione di condizioni di disagio, salvaguardia ambientale e protezione civile. Anche in campo sanitario, contribuiscono alla qualita' dell'attuazione del diritto alla salute, fornendo quei valori aggiuntivi di umanita' e solidarieta"'.

"Una ricchezza di esperienze e capacita' - ha proseguito - che si e' dimostrata preziosa anche in queste settimane, nella gestione dell'emergenza dei profughi giunti dal Nord Africa, in cui l'Umbria ha sperimentato un modello innovativo di accoglienza e solidarieta' grazie a una rete diffusa garantita dalle associazioni laiche e cattoliche che si sono unite all'intervento della Regione e delle istituzioni".

"Come Regione - ha detto ancora Marini - riteniamo fondamentale definire un patto tra istituzioni, associazioni e organizzazioni di volontariato, enti di promozione sociale, fondazioni, imprese sociali per declinare il principio della sussidiarieta', con la costruzione di sistemi integrati di interventi e servizi sociali, frutto di scelte condivise". pg/map/rob

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Mappa

Calcola percorso in auto