Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Martedì 04 Agosto 2020

Booking.com

Umbria/Istruzione: Casciari, Conferenza regionale 'laboratorio'

Perugia (PG) - Un "laboratorio" da cui mutuare un modello di confronto continuo per migliorare l'offerta educativa e formativa regionale. Riassume cosi' la vicepresidente della Regione Umbria, con delega all'Istruzione, Carla Casciari, il senso della Conferenza regionale della scuola, che si terra' a Perugia il prossimo 5 aprile. "Una giornata dedicata all'istruzione, con un titolo "Obiettivo Scuola" - ha detto la vicepresidente - che vuole richiamare l'attenzione delle istituzioni, degli operatori del settore e di tutto il territorio, sul ruolo fondante della scuola per l'intera comunita' regionale. Sara' l'occasione per consolidare i risultati raggiunti in questi anni e confrontarsi apertamente sulle sfide che dovremo affrontare per assicurare ai nostri ragazzi un sistema scolastico all'avanguardia che si integri col tessuto economico e sociale del territorio umbro e proponga un modello di scuola innovativo e competitivo". La vicepresidente ha illustrato i dati forniti dall'Ufficio scolastico regionale relativi alle iscrizioni alle scuole per l'anno 2011-2012: gli alunni iscritti sono 117mila331 con un aumento dello 0,9 per cento, la densita' degli alunni per classe e' 21,10 con un aumento dello 0,9per cento, gli alunni stranieri sono 15mila 309 rispetto ai 15mila636 dell'anno in corso. Per quanto riguarda la scelta degli istituti superiori si registra un incremento delle iscrizioni al liceo scientifico con un 27,32 per cento(contro il 24,14 di quest'anno), il classico e' stato scelto dal 7,17 per cento (12,15 quest'anno), in aumento anche i licei delle Scienze Umane e Lingustico, rispettivamente con un 6,9 e 6,85 per cento degli iscritti e gli istituti professionali con 18,96 per cento (+1,2per cento). Il liceo artistico e' in calo nella scelta dei ragazzi (3,53 per cento), cosi' come liceo musicale con lo 0,36 e istituti tecnici 28,87 (29,28 di quest'anno). Relativamente all'organico di diritto per il prossimo anno saranno 246 i posti in meno, la dotazione passera' da 9mila230 insegnati a 8mila984, con un significativa riduzione nelle scuole secondarie di II grado con un -162 unita', mentre il numero dei posti per gli insegnati di sostegno rimane invariato su 1001. La Regione Umbria - ha detto Casciari - continua a dedicare attenzione ai precari anche attraverso il finanziamento di progetti presentati direttamente dalle scuole. Per l'anno scolastico in corso sono stati stanziati ulteriori 81 mila euro che si vanno ad aggiungere ai 300mila gia' previsti che, nel complesso, hanno permesso la realizzazione di tutti i 127 progetti presentati. pg/mpd/ss

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia