Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Venerdì 01 Luglio 2022

Booking.com

Umbria: Confcommercio, scelte bilancio rischiano penalizzare pmi

Perugia (PG) - "Condividiamo le preoccupazioni e l'analisi della Regione in materia di bilancio, ma l'esiguita' delle risorse a disposizione per le politiche di sviluppo non giustificano scelte che rischiano di penalizzare settori economici e categorie di imprese, l'ossatura della struttura economica umbra". E' quanto sostiene Luciano Ioni, presidente di Confcommercio Umbria aggiungendo "se queste scelte fossero concretamente confermate c'e' il rischio, in particolare, che il Piano delle politiche industriali dreni tutte le risorse dai Fondi Strutturali con un unico attore protagonista, il manifatturiero, e tante comparse, gli altri settori economici e il sistema delle piccole e medie imprese, ai quali andrebbero solo le briciole". Un esempio calzante, per Confcommercio, riguarda il turismo. Grazie alle pressioni dell'assessore Fabrizio Bracco le risorse sono state incrementate, per la promo-commercializzazione e per la riqualificazione dell'offerta umbra. Il problema e' che ci sarebbe bisogno di altri importi per il comparto, se si volesse davvero farlo decollare come seconda "gamba", accanto al manifatturiero, dello sviluppo regionale. Troppo poco, secondo Confcommercio, anche per il commercio. Con le incertezze e le altissime aspettative legate al FAS, il Fondo per le aree sottoutilizzate che, secondo le ultime notizie, dovrebbe essere sbloccato per permettere la chiusura della impegnativa partita del bando Turismo Ambiente Cultura e portare un po' d'ossigeno al commercio, per il quale il bilancio non prevede altro che una piccola quota destinata alla legge regionale n. 12 del '97. C'e' poi la posta in gioco della rimodulazione del Fondo europeo di sviluppo regionale, che ci aspettiamo attivi una terza edizione del bando Resta commercio. Cosi' come gia' fatto con il Resta 1 e 2, Confcommercio si impegnerebbe da subito ad intensificare l'attivita' di animazione economica tra le imprese per favorire la nascita di progetti innovativi. pg/map/rl

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia