Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Sabato 04 Luglio 2020

Booking.com

Umbria/carceri: Verini e Bocci (pd), Palma prenda iniziative vere

Perugia (PG) - "Abbiamo sollecitato il ministro Francesco Nitto Palma affinche' prenda iniziative vere e, soprattutto, a breve. Il senso di insicurezza che si respira all'interno delle carceri contribuisce ad aumentare l'insicurezza all'esterno". Lo hanno evidenziato, tra l'altro, i deputati umbri del Pd, Walter Verini e Gianpiero Bocci, in una conferenza stampa tenuta stamani a Perugia, all'indomani del suicidio di un 36enne di Rieti (in attesa di giudizio) e di un tentativo di suicidio nel carcere di Capanne. I due parlamentari che in mattinata hanno visitato la struttura, nell'incontrare i giornalisti hanno denunciato una situazione drammatica esplicitata da numeri allarmanti.

"A Capanne - hanno detto -nella sezione maschile sono accolti 455 detenuti e 6 disabili, a fronte di una capienza di 406 (400 e 6 disabili - ndr) ed in quella femminile 83 detenute a fronte di 59 posti. In alcune celle della sezione femminile sono ospitate 6 detenute anziche' 3 ed in varie celle della sezione maschile il terzo dorme in terra su un materassino di gommapiuma". A livello umbro, come evidenziato dalla stessa Regione, la popolazione carceraria nei 4 istituti di pena ammonta a 1700 soggetti (la meta' in attesa di giudizio - ndr), 1000 in piu' del consentito; dei detenuti 700 sono umbri ed il 65% extracomunitari, mentre ad occuparsi di loro provvedono un numero non adeguato di agenti, a Capanne, ad esempio sono 241 invece dei 379 previsti. "Va elogiata la loro professionalita' - hanno evidenziato Verini e Bocci - al pari dell'impegno della direzione del carcere e dei volontari, ma va ribadito che a fronte dell'aumento di detenuti soprattutto giovani, diminuisce il numero degli operatori e quelli che restano sono sempre piu' anziani". Nell'evidenziare la funzione rieducativa del carcere, nonche' la necessita' di agire soprattutto sul fronte della "dignita' umana' per evitare che i luoghi di pena diventino "discariche sociali', i parlamentari hanno proposto, nel breve periodo, di eliminare tutti gli strumenti, bombolette, accendini, fornelli a gas che possano favorire atti di autolesionismo, invitando i soggetti privati, le federazioni sportive e quanti possono essere sensibili al problema ad attivarsi. Avere a disposizione attrezzature sportive semplici, una rete di pallavolo, cyclette, pesi, e' stato detto, potrebbe essere un modo per scaricare le tensioni e favorire un clima piu' vivibile. pg-map/mau/rl

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Mappa

Calcola percorso in auto