Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Martedì 15 Ottobre 2019

Booking.com

Perugia/Universita': Pro Rettore, positivo andamento immatricolazioni

Perugia (PG) - Le iscrizioni all'Universita' degli Studi di Perugia non sono cosi' negative quanto dicono i dati nazionali all'indomani del rapporto di Almalaurea. Se la media nazionale vede un calo del 9% negli ultimi quattro anni e del 5% nell'ultimo anno accademico, a Perugia il 2010/2011 registra una flessione delle iscrizioni del 3,26 % mentre per le immatricolazioni c'e' un lieve incremento pari, nel complesso, allo 0,77%. Questo e' il quadro presentato dal Pro Rettore Antonio Pieretti alla conferenza stampa tenutasi nella sede del Rettorato dell'Ateneo.

'La tendenza nel caso dell'Ateneo perugino, e' decisamente positiva - ha spiegato - . Infatti aumentano le matricole alle lauree triennali e alle magistrali non a ciclo unico e questo e' importante anche in considerazione del trend negativo nazionale. I dati attuali, aggiornati all'8 marzo 2011, sono ancora provvisori perche' per gli anni di iscrizione successivi al primo, sia per i corsi triennali che per quelli magistrali, l'ultima data possibile scadra' nel prossimo mese di maggio. Sulla base dell'esperienza, quindi, - ha concluso - si puo' ritenere che la diminuzione delle iscrizioni del 3,26% possa contrarsi fino al 3%".

Per una spiegazione sul merito dei dati e' intervenuta Laura Paulucci,

dirigente della Ripartizione didattica dell'Ateneo. "Il calo piu' vistoso riguarda le lauree magistrali da 1.203 nuovi iscritti (200/2010) a 926 (2010/2011), -277 matricole cioe', pari a -23,03%, dovute in grandissima parte all'introduzione, da quest'anno, del numero programmato nella Facolta' di Farmacia. Quanto alla diminuzione del fuori corso da 9.651 a 8.773, altro dato positivo anche sul piano dei parametri di valutazione ministeriale, e' dovuta anche all'attivita' di tutoraggio esercitata in tutte le facolta' dell'Ateneo che consente di seguire da vicino gli studenti, di guidarli aiutandoli a superare quelle difficolta' che comportano poi ritardi negli esami".

Pieretti e Paulucci hanno rilevato che persiste in un momento storico complesso, difficile e di cambiamento per l'universita' e la societa', la buona capacita' di attrazione dell'Ateneo di Perugia. "E'frutto anche di una capacita' di ricerca apprezzata - ha spiegato il Pro Rettore - che rafforza il ruolo dell'Ateneo nel panorama nazionale. La situazione ci imporra' di continuare un'azione all'insegna del rigore e della razionalizzazione dei corsi, ma, se sara' ben mirata e calibrata, potra' condurre ad un ulteriore innalzamento della qualita' dell'offerta sia per le lauree triennali sia per le magistrali". pg/mpd/bra

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia