Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Lunedì 23 Ottobre 2017

OBESITY DAY, COLDIRETTI: IN UMBRIA 1 BAMBINO SU 3 PESA TROPPO, MA IN CALO

Perugia (PG) - In Umbria quasi un bambino su tre (29,6%) pesa ancora eccessivamente (eccesso ponderale, sovrappeso più obesità ) anche se negli ultimi anni si è verificata una riduzione del 13,4% per effetto dell’impegno sull’educazione alimentare a scuola e nelle case. È quanto afferma la Coldiretti Umbria in occasione dell’Obesity day 2017 che si celebra in tutto il mondo il 10 ottobre. Secondo l’indagine Okkio alla salute la percentuale di bambini obesi è scesa - sottolinea Coldiretti - dal 10,6% del 2008/09 al 9,2% del 2016, e quella dei bambini in sovrappeso è passata dal 23,6% del 2008/9 al 20,4% del 2016. Un risultato incoraggiante che dimostra - sottolinea Coldiretti - la necessità di continuare ad investire sull’educazione alimentare a partire dalla scuola dove va privilegiato il consumo di prodotti salutari. Per assicurare una migliore alimentazione ma anche per educare le nuove generazioni è importante - sostiene Coldiretti - privilegiare nelle mense scolastiche i cibi locali a km 0 che valorizzano le realtà produttive locali e garantiscono genuinità e freschezza. La Coldiretti è impegnata nel progetto “Educazione alla Campagna Amica” che coinvolge alunni delle scuole elementari e medie in tutta Italia che partecipano a lezioni in programma nelle fattorie didattiche e nei laboratori del gusto organizzati nelle aziende agricole e in classe. L’obiettivo - conclude Coldiretti - è quello di formare dei consumatori consapevoli sui principi della sana alimentazione e della stagionalità dei prodotti per valorizzare i fondamenti della dieta mediterranea e ricostruire il legame che unisce i prodotti dell’agricoltura con i cibi consumati ogni giorno e fermare il consumo del cibo spazzatura.

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Coldiretti Umbria ed è stato inizialmente pubblicato su www.umbria.coldiretti.it. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia