Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Sabato 13 Luglio 2024

Booking.com

Nel mondo dei nostri adolescenti

Perugia (PG) -

Venerdì 7 giugno, alle 18, Barbara Baffetti presenta a Perugia il suo ultimo libro, “Educare alla differenza” (Ed. San Paolo), presso la Sala del Dottorato dell’Isola di San Lorenzo, dove sarà anche possibile acquistare una copia del libro.

«Stare in ascolto dei giovani vuol dire attraversare quella terra di mezzo che stanno abitando, avendo consapevolezza che si tratta di un terreno sacro. Non lo si può fare se non comprendendo che la complessità che ci sta di fronte è un misto di fragilità e bellezza di cui dobbiamo aver rispetto», scrive l’Autrice nelle prime pagine del libro.

Arianna si preoccupa di non ferire i suoi genitori, Marco invece si descrive come «un casinaro, un rompiscatole, un vagabondo» e, da ultimo, anche come «uno sfigato». Martina sa che, nonostante sia donna, non le piacciono i ragazzi, e trova ingiusto doversi nascondere, ma ha anche paura di «fare schifo». Luigi, invece, è terrorizzato dalla possibilità che la sua fidanzatina possa essere rimasta incinta a causa sua. Ed infine Rachele si domanda che senso abbia chiedere aiuto agli adulti, se poi gli adulti se ne vanno.

Quale mondo è stato insegnato agli adolescenti di oggi? Soprattutto, chi stanno diventando i nostri ragazzi e le nostre ragazze? Sono questi gli interrogativi ai quali cerca di rispondere l’autrice raccontandoci, tramite diversi incontri con i giovani, le loro paure e debolezze, le loro insicurezze, il mondo nel quale sono nati e gli occhi con i quali lo guardano.

Questo libro, così tagliente ma lenitivo allo stesso tempo, costringe il lettore a lasciarsi interpellare dall’inquietudine dei giovani di oggi, a rintracciare il luogo in cui si trovano – come dice Papa Francesco, ad incontrarli nella circostanza della vita che stanno traversando e a identificarsi con l’adolescente e tutte le sue fragilità.

Ci sono vite delicate che hanno bisogno di noi, degli sguardi non giudicanti ed empatici che dovremmo essere in grado di rivolgere loro, perché non sanno ancora come essere uomini e donne, né sanno come definirsi a se stessi o agli altri.

E allora «si tratta di accompagnare i nostri figli e le nostre figlie a definirsi come persone e di aiutarli a comprendere che tale definizione avviene necessariamente in una differenza, in un Io che si pone di fronte a un Tu».

 

(A cura della Libreria delle Volte)

 

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Arcidiocesi Perugia-Città della Pieve ed è stato inizialmente pubblicato su diocesi.perugia.it. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Ultime notizie

Altre notizie