Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Sabato 04 Luglio 2020

Booking.com

Manovra bis: prc Umbria, urge Consiglio regionale straordinario

Perugia (PG) - Una sessione straordinaria dell'Assemblea legislativa, da tenersi entro il mese di agosto, incentrata sulle misure previste dal Governo con la manovra economica e sulle ricadute economiche, politiche ed istituzionali per l'Umbria. E' quanto chiede il capogruppo del Partito della Rifondazione comunista-Federazione della Sinistra, Damiano Stufara, attraverso una lettera inviata al presidente del Consiglio regionale Eros Brega e a tutti i capogruppo.

"La manovra economica predisposta in questi giorni dal governo nazionale attraverso un decreto legge, che approdera' a partire da domani in Senato per la conversione in legge, pone il nostro Paese, e pertanto l'Umbria - afferma Stufara - di fronte ad uno scenario estremamente preoccupante, dove al perpetuarsi di drastiche riduzioni della spesa pubblica, ancora una volta disgiunte da interventi finalizzati alla ripresa economica, si accompagna un sostanziale stravolgimento degli assetti istituzionali posti alla base della nostra democrazia. E' fuor di dubbio infatti che la cancellazione per decreto di migliaia di enti elettivi, la sostanziale abrogazione dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, l'innalzamento dell'eta' pensionabile, l'elevazione del criterio monetarista del pareggio di bilancio a principio costituzionale nonche', in ultimo, la stessa eliminazione delle festivita' che definiscono la matrice antifascista della nostra Repubblica, rappresentino un autentico processo costituente, ispirato ad un autoritarismo il cui esito rischia di essere l'innescarsi di una spirale al contempo recessiva e repressiva".

"Riteniamo - prosegue - che le rappresentanze politiche ed istituzionali della nostra Regione, particolarmente colpita nel suo tessuto connettivo tanto dalle politiche pluriennali di tagli alla spesa corrente quanto dalla soppressione di prestigiosi enti locali come la Provincia di Terni, abbiano il dovere di reagire con i mezzi messi a disposizione dalla Costituzione ad un tale disegno e di difendere gli interessi degli umbri, come ricordato molto opportunamente dalla stessa Presidente della Regione".

"Per queste ragioni - conclude - a nome del gruppo consiliare del Partito della Rifondazione comunista per la Federazione della Sinistra, propongo di indire entro il mese di Agosto una sessione straordinaria del Consiglio regionale, nella convinzione che sia necessaria tutta l'autorevolezza della massima istituzione dell'Umbria per esprimersi adeguatamente su queste materie e produrre una posizione, da inoltrare al Governo, al Parlamento e alle altre istituzioni regionali e locali, che sia realmente rispondente alle esigenze del nostro territorio e della nostra cittadinanza". pg/map/rob

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Mappa

Calcola percorso in auto