Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Martedì 02 Marzo 2021

Booking.com

ISTITUZIONE NUOVA TARIFFA PUNTUALE

Lugnano in Teverina (TR) - Dal 1° Gennaio 2021 il nostro Comune passa a Tariffa Puntuale (deliberata nel Consiglio Comunale del 29 Dicembre 2020), in sostituzione della Tassa sui Rifiuti TARI, secondo le modalità previste nel Regolamento di applicazione approvato nella seduta stessa.
Tale provvedimento, in procinto di essere approvato da tutti i Comuni della Provincia, prende atto delle indicazioni della Regione Umbria che nel 2016 deliberò il passaggio alla tariffa puntuale.

Il regolamento, entrato in vigore il 1 gennaio 2021, disciplina il nuovo metodo di tariffazione puntuale di natura corrispettiva, ispirato al principio del diritto ambientale comunitario "chi inquina paga" e che il costo del servizio rifiuti debba essere ripartito tra i cittadini in modo tale per cui chi contribuisce in misura maggiore alla produzione dei rifiuti è anche chiamato a contribuire di più, in termini economici, al costo della loro gestione e del loro smaltimento.

Queste le principali modifiche: 
📌 il gestore, nel nostro caso la Cosp, riscuote direttamente dagli utenti la tariffa, inviando quindi gli avvisi di pagamento comprensivi dell’Iva commisurati all'effettiva produzione dei rifiuti (indifferenziati); la tariffa assicura la copertura integrale dei costi di investimento e di esercizio del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati, ricomprendendo anche i costi di gestione della tariffa, le riscossioni, il controllo, il contenzioso, l’accantonamento per perdite su crediti e i crediti inesigibili.

📌 con questo sistema viene introdotto un terzo fattore nella modalità di calcolo: la quantità prodotta (oltre ai metri quadrati catastali degli immobili ed il numero dei componenti del nucleo familiare).
Per il momento sono stati assegnati 1.000 litri di rifiuti indifferenziati per ogni nucleo familiare e ciò che verrà conteggiato sarà il numero di svuotamenti dell'indifferenziato (ossia ciò che resta dopo che si è separato carta, plastica, organico e vetro), quindi sarà premiato chi rimarrà sotto una soglia minima (26 svuotamenti annui). Eventuali sforamenti verranno conteggiati a conguaglio nell'anno successivo. L'obiettivo è produrre meno quantità possibile di materiale non riciclabile.
 
📌Riduzioni per l'utilizzo di pannolini: nel caso di nuclei familiari al cui interno siano presenti bambini di età inferiore ai 36 mesi che utilizzano pannolini lavabili, la quota variabile della tariffa è calcolata tenendo conto di una riduzione del 50% fino ad un massimo di €uro 40,00 /anno. La riduzione è riconosciuta previa istanza presentata dall'interessato (vedi regolamento).
 
📌 Riduzioni per le utenze domestiche per conferimenti presso i centri di raccolta: è assicurata la riduzione della tariffa per la raccolta differenziata in favore delle utenze domestiche, in caso di superamento dei livelli obiettivo di raccolta differenziata, che
conferiscono presso le Stazioni Ecologiche/Centri di Raccolta (CDR).
L'incentivo si ottiene sulla base della quantità ponderata dei rifiuti differenziati conferiti alle stazioni
ecologiche ed è definito nella misura di:
Euro 15,00 a chi conferisce 150 Kg di rifiuti ponderati al 31/12 dell'anno di riferimento.
Euro 30,00 a chi conferisce 300 Kg di rifiuti ponderati al 31/12 dell'anno di riferimento.📌 Riduzioni per compostaggio individuale dei rifiuti prodotti dalle utenze domestiche: alle utenze che, previa istanza compilata sul modulo predisposto dal Gestore, effettuano il compostaggio aerobico individuale per i propri rifiuti organici da cucina, sfalci e potature da giardino, si applica la riduzione del 10% della tariffa.
 
 
Come tutte le trasformazioni richiederà un periodo di rodaggio per affinare il sistema ma il tutto, con la dovuta pubblicizzazione ed informazione della cittadinanza, sarà finalizzato a consolidare un modello all’avanguardia per la sostenibilità ambientale. Per ulteriori approfondimenti si prega di consultare il nuovo Regolamento TARI disponibile sul sito del Comune.
 
 

DISCLAIMER: Questo articolo è stato emesso da Comune di Lugnano in Teverina ed è stato inizialmente pubblicato su www.comune.lugnanointeverina.tr.it. L'emittente è il solo responsabile delle informazioni in esso contenute.

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia