Il nostro network: News | Turismo | I 92 comuni | Ultim'ora e Politica | Guide | Hotels e Alloggi | Prenotazioni | Ristoranti e Locali | Shopping | Casa | Wedding/Matrimoni | Wellness/Benessere | Turismo Religioso | Facebook | Twitter | YouTube | Google+ | iPhone | Android
Mercoledì 20 Settembre 2017

Azienda USL Umbria2 presenta Piano di riordino Servizi Cardiovascolari dei Ospedali di riferimento fra cui Orvieto

Orvieto (TR) -

Illustrati anche gli adeguamenti di personale e tecnologie nei presidi ospedalieri ed ambulatoriali nell'ambito dell'integrazione interaziendale

COMUNICATO STAMPA n. 670/17 G.M. del 07.09.17
Attivazione della sede di Cardiologia UTIC di Orvieto nell'ambito della rete cardiologica integrata ospedale/territorio
• Presentato a Terni il piano di riordino dei Servizi Cardiovascolari dell'azienda sanitaria Usl Umbria 2, l'adeguamento delle tecnologie e del personale per gli ospedali di riferimento
(ON/AF) - ORVIETO - Nella sede dell'Azienda Usl Umbria 2 di Terni, il Direttore Generale Dr. Imolo Fiaschini e il Direttore Amministrativo Dr. Enrico Martelli hanno presentato questa mattina il piano di riordino dei servizi cardiovascolari dell'azienda sanitaria coordinato dalla Direzione Sanitaria diretta dal Dr. Pietro Manzi con il supporto delle Direzioni di Presidio e di Distretto nonché del DEA e delle strutture ospedaliere.
Secondo quanto comunica la Usl Umbria2 in una nota ufficiale, il piano di integrazione/riorganizzazione è in linea con le disposizioni del DM 70 e della DGR 212/2016 e prevede la costituzione di una rete cardiologica integrata fra ospedale e territorio con la definizione delle sedi di Cardiologia con UTICnegli ospedali di Foligno, Spoleto e Orvieto, ovvero è programmata l'attivazione della sola sede di Orvieto (dal momento che le altre sono già operative) e la definizione delle casistiche programmate elettive da trattare nelle tre sedi DEA di I livello, in integrazione fra loro e dei percorsi per le patologie cardiache tempo dipendenti.
Programmata anche la sede dell'Emodinamica a Foligno che garantisca gli standard previsti per i trattamenti perfusivi nel rispetto del PDTA STEMI (fa parte attiva della rete la sede UTIC e di Emodinamica dell'Azienda Ospedaliera 'Santa Maria' di Terni che opera da tempo in integrazione interaziendale nel PDTA Cardiologico tempo dipendente) e le attività di riabilitazione cardiologica garantite negli Ospedali di Spoleto e Amelia per le attività specifiche riabilitative cardiologiche; come pure le attività ambulatoriali da garantire nelle sedi ospedaliere e negli ambulatori territoriali come sede di primo accesso per le patologie cardiologiche specifiche o per i PDTA delle patologie croniche che, in integrazione con le strutture ospedaliere, svilupperanno gli iter di presa in carico per le patologie croniche.
E ancora: adeguamento delle tecnologie per le strutture ospedaliere e ambulatoriali, della tecnologia per l'emodinamica, della tecnologia per il 118 e i PS in collegamento con l'Emodinamica e le UTIC per il PDTA dello STEMI e, infine, adeguamento della tecnologia per favorire la telemedicina dei pazienti in ADI.
Quanto all'adeguamento della dotazione del personale, previsto dal cronoprogramma del Piano di Riordino per il mese di aprile 2017 e in via di totale raggiungimento - fa sapere la USL Umbria2 - è stato dato seguito alle procedure per gli avvisi per le sostituzioni a vario titolo e a quelle per la copertura dei posti vacanti. Procedure attraverso le quali dopo aver pubblicato numerosi avvisi e il bando per mobilità, l'Azienda ha potuto ora colmare le carenze relative a: 2 unità a Foligno, 2 unità a Spoleto, 4 unità a Orvieto di cui 1 per ampliamento della dotazione (coperta da dicembre 2017) e 3 per sostituzione di lunga assenza (copertura entro il 30.09.2017), ed 1 unità ad Amelia.
Altro aspetto fondamentale è quello dell'adeguamento della dotazione strumentale realizzato procedendo agli acquisti della tecnologia necessaria, ovvero: 21 defibrillatori Life Pack con Teletrasmissione per le Ambulanze del 118 e per i Pronto Soccorso per il completamento del Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) sullo S.T.E.M.I. (Infarto Miocardico); acquisto avvenuto in 2 trance che ha consentito di rinnovare completamente la tecnologia laddove era già presente e completare la dotazione nelle ambulanze in cui non era presente.
Contestualmente, da gennaio di quest'anno, le 4 postazioni 118 dell'area sud dell'azienda che funzionavano con personale volontario sono dotate di infermiere dipendente USL essendo stati appositamente assunti e formati sull'emergenza 24 nuovi infermieri. Tra le strumentazioni acquistate anche le centraline di monitoraggio per le cardiologie sempre per il PDTA STEMI; acquistati in parte, o ancora in corso di acquisto, invece: ecografi, elettrocardiografi, holter ed altre attrezzature per le diverse sedi aziendali e per gli Ospedali DEA di I livello.
Per Orvieto sono stati acquistati: un cardiostimolatore ed ecografo, apparecchi holter, poligrafo ed è stato programmato l'aggiornamento dei monitor e della centralina per l'UTIC (quelle esistenti sono già adeguate per il prossimo avvio delle attività dell'UTIC).
L'Analisi e riorganizzazione delle attività per qualificare le attività assistenziali nelle singole strutture e promuovere l'integrazione in rete delle attività ospedaliere e dell'integrazione territorio-ospedale prevede: l'integrazione delle Cardiologie di Foligno e Spoleto con posti letto di cardiologia e di UTIC in entrambe le sedi. La relazione a rete con la cardiologia di Orvieto laddove verranno avviate le attività dell'UTIC (presumibilmente nel mese di dicembre in relazione all'ingresso del personale e al periodo minimale di inserimento lavorativo) avrà come HUB per lo STEMI l'Azienda Ospedaliera di Terni.
Inoltre, sono state riorganizzate le attività di guardia, avendo disposto la guardia autonoma di Cardiologia separata da quella interdivisionale ospedaliera; la relazione a rete con le altre attività cardiologiche delle altre sedi aziendali (Amelia, Narni, Norcia) per la condivisione di linee guida e percorsi ospedalieri; la relazione con le attività territoriali cardiologiche dei Distretti per la condivisione dei PDTA delle patologie croniche al fine di garantire la presa in carico secondo il recente piano regionale e, infine, la relazione con le altre strutture del DEA per la piena operatività della rete dell'emergenza urgenza.

Il contenuto e’ stato pubblicato da Comune di Orvieto in data 07 settembre 2017. La fonte e’ unica responsabile dei contenuti.
Distribuito da Public, inalterato e non modificato, in data 07 settembre 2017 15:38:05 UTC.

[Fonte: Umbria OnLine]

Condividi su: Facebook Digg Delicious Technorati Google Bookmarks OK Notizie Wikio Italia

Mappa

Calcola percorso in auto